Perché e come creare un account WhatsApp Business

E’ ora di creare il tuo account WhatsApp Business!

Il 61% degli acquirenti preferisce scrivere ad un’azienda piuttosto che chiamarla, e il 59% predilige chattare anziché scrivere e-mail.

Sempre più persone preferiscono canali di comunicazione diretti, veloci e meno formali, quindi se hai un’attività, creare un account WhatsApp Business è molto importante, soprattutto se vuoi stare al passo coi tempi.

Sì, perché con WhatsApp Business puoi chattare in maniera veloce con i tuoi clienti, configurare messaggi automatici e i cataloghi dei tuoi prodotti, che i tuoi clienti potranno sfogliare come delle gallerie di immagini, scegliendo facilmente cosa comprare. Per ogni prodotto, inoltre, puoi aggiungere nome, descrizione, il prezzo e un link al sito web.

Per i tuoi potenziali clienti, contattarti, chiederti informazioni su un determinato prodotto e inviarti l’ordine, non sarà mai stato così semplice.

Grazie al nuovo aggiornamento di WhatsApp Business, infatti, è possibile effettuare ordini direttamente nella chat. Gli utenti sfogliano i prodotti, scelgono quelli che vogliono comprare e li aggiungono al carrello con un clic, come nei classici e-commerce.

A quel punto, avranno a disposizione una panoramica del loro ordine, il totale da pagare e la possibilità di effettuare modifiche o di procedere con l’ordine via chat.

Ma sono tanti i vantaggi nel creare un account WhatsApp Business. Oltre ad avere una vetrina online e la possibilità di vendere direttamente via chat, puoi configurare dei messaggi automatici che verranno inviati in determinati momenti – come durante gli orari di chiusura – e scegliere fino a 50 risposte rapide per le domande più frequenti.

Inoltre, puoi impostare fino a 20 etichette alle conversazioni, in modo da ordinare e trovare facilmente ogni chat, consultare le statistiche sui messaggi inviati, quelli consegnati e quelli letti.

Come ultima cosa, ma non meno importante, WhatsApp Business è gratis!

Se sei arrivato fino a qui, tranquillo. Ora passiamo ora alla cosa più semplice: come creare il tuo account. Quello che devi fare infatti, è scaricare l’applicazione dallo store e installarla sul tuo Smartphone.

Se hai già WhatsApp Messenger, puoi trasferire i tuoi file e le chat, oppure puoi creare un nuovo account inserendo il tuo numero di telefono e il codice a 6 cifre che ti verrà inviato per confermare l’iscrizione.

A questo punto inserisci il nome della tua attività, aggiungi l’immagine del profilo e inizia a configurare le informazioni. Scrivi una breve descrizione, aggiungi gli orari di apertura, l’indirizzo, il sito e i contatti web. Il tuo account WhatsApp Business funzionerà infatti, come una piccola vetrina.

Una volta configurato, inserisci un messaggio di benvenuto che verrà inviato per primo ai tuoi nuovi clienti, così sapranno che d’ora in poi potranno contattarti direttamente via chat.

Facile no?

P.S.: se hai un hotel, puoi affiancare a WhatsApp un servizio di SMS marketing che ti permette di inviare offerte commerciali, sconti e promozioni. Scopri qui il servizio di Spotty wi-fi. ➡ SMS marketing.

E’ ora di aggiungere una call to action collegata a WhatsApp Business in tutti i tuoi canali web!

Vuoi sapere come fare? 👇

SÌ!

aumentare le vendite online e-commerce
5 segreti per aumentare le vendite online del tuo e-commerce

E’ ora di aumentare le vendite online

Se hai un shop online, non puoi perdere l’onda di questo periodo. Armati di tavola e preparati a surfare perché nell’ultimo anno le vendite online sono aumentate tantissimo. Complici i vari momenti di isolamento domiciliare, anche chi evitava il web per i propri acquisti si è dovuto adattare alle nuove esigenze.

E allora perché non sfruttare questo momento – diciamolo piano – positivo? 🤭

Fai un check del tuo e-commerce e scopri insieme a noi quali sono i segreti per aumentare le vendite online!

1. Un sito ottimizzato vende di più

Per prima cosa, il tuo sito e-commerce. Estetica, usabilità, velocità e ottimizzazione per mobile sono caratteristiche fondamentali – se non vitali – per vendere online. Il sito è la tua vetrina, devi allestirla bene e in modo che i prodotti siano ben visibili. Un imperativo: più semplice è meglio!

Gli utenti devono trovare in pochi clic ciò che cercano, quindi fai in modo che il sito sia veloce, facilmente navigabile e soprattutto ottimizzato per il mobile! La maggior parte degli utenti acquista infatti, direttamente tramite Smartphone. Fai in modo che le immagini e i testi siano leggibili e adatti ai diversi device.

Una delle cose più importanti è rendere semplice e ben chiaro il processo di acquisto. I pulsanti con la call to action devono essere di un colore che cattura lo sguardo. Preferisci gli angoli arrotondati e non usare sempre le classiche formule come “clicca qui” o “procedi”: se è in linea con il tuo brand, usa la creatività. 😉

Specifica – BENISSIMO – tutte le informazioni sulle modalità di spedizione e consegna, i metodi di pagamento, gli imballaggi etc. Quando compriamo online, vogliamo essere sicuri al 100% che il nostro acquisto ci venga recapitato integro e il più veloce possibile!

Infine – ma non meno importante – ricordati di ottimizzare in ottica SEO le schede prodotto e le categorie. La maggior parte degli utenti si ferma alla prima pagina dei risultati di ricerca di Google, quindi usa nel modo giusto le parole chiave e crea descrizioni dettagliate.

2. Usa le email!

Le email sono uno strumento importantissimo in qualsiasi strategia di marketing. Ne abbiamo parlato anche qui 👉 Email Marketing. E allora usiamole! Sono molto utili ad esempio, per ricordare agli utenti che hanno lasciato qualche articolo nel carrello o che è da tempo che non visitano il tuo sito.

Se hai un buon database di contatti, coccola i tuoi clienti e falli sentire speciali con offerte personalizzate, buoni regalo o sconti da utilizzare in occasioni particolari. E’ un ottimo modo per fidelizzare chi ha scelto i tuoi prodotti.

3. Re-marka!

Anche se online è tutto più semplice e diretto, in realtà il percorso del consumatore è molto complesso. E’ quindi importante utilizzare più canali e strumenti che ci aiutano ad aumentare le vendite online del nostro shop. Il re-marketing è una strategia importantissima. Spesso gli utenti capitano o visitano il tuo sito, poi escono, guardano i social e si perdono tra le infinite attività del web.

Grazie al re-marketing, ricordi all’utente ciò che stava facendo sul tuo sito e aumenti le probabilità che ritorni e compia finalmente la famosa conversione. Quindi l’imperativo è: RE-MARKA tantissimo!

4. Chatta con i clienti

Sì, a volte può essere difficile, soprattutto rispondere in maniera veloce quando siamo sommersi da ordini, imballaggi e documenti! Ma, come succede anche negli shop fisici, il dialogo diretto col cliente è importantissimo. Per questo chat online, Messenger e WhatsApp Business sono canali indispensabili per instaurare una relazione più informale e far sentire i clienti seguiti e degni di attenzione.

5. Trucchi per coccolare i clienti

Ci sono alcuni piccoli trucchi che puoi utilizzare per aumentare i clienti, l’engagement e l’interesse verso il tuo shop online. Ad esempio puoi offrire la consegna gratuita per ordini superiori a un determinato importo, inserire un piccolo omaggio all’interno del pacco o un biglietto di ringraziamento con un coupon per il prossimo acquisto.

Per fidelizzare i clienti è molto utile anche creare un sistema di raccolta punti, che permette agli utenti di collezionare sconti, voucher e così via. Se sei un appassionato di social e ultime tendenze, potresti anche sfruttare il famoso instant marketing, creando delle offerte speciali, dei giochi a premi o dei concorsi legati all’uscita di un film nelle sale, di una partita… Insomma, a seconda di quali prodotti vendi nel tuo shop, puoi lasciarti guidare dalla fantasia!

Oltre ad aumentare le vendite online del tuo e-commerce, creerai sicuramente molto coinvolgimento e aumenterai visibilità e interesse verso il tuo brand.

Vuoi una consulenza per la tua attività? 👇

SCRIVICI

creare landing page vincenti
Creare landing page che convertono

Breve guida per creare landing page efficaci

Se vuoi promuovere la tua attività con una campagna di marketing online, togliti dalla testa di mandare i potenziali clienti sul tuo sito web. A meno che tu non faccia una campagna brand o di visibilità, per convertire e quindi generare vendite, è assolutamente necessario creare una landing page.

Quando vuoi ottenere un’azione da parte dell’utente, il segreto è quello di bloccarlo e offrirgli subito 2 scelte: acquistare – o compiere altre azioni a seconda dell’obiettivo – oppure uscire e chiudere la sessione.

Non serve confonderlo con tante informazioni o farlo navigare sulle bellissime pagine del tuo sito. Bisogna catturare la sua attenzione tramite annunci accattivanti e poi farlo ATTERRARE – letteralmente – sulla call to action.

Per questo creare landing page efficaci è di vitale importanza. Ma come deve essere una pagina di atterraggio che genera conversioni? Scopriamolo con questa breve guida! 👇

Invito all’azione

Quando atterra sulla pagina, l’utente dovrebbe vedere una landing simile a questa:

landing page spotty

Titolo. Breve descrizione. Immagine rappresentativa. Il tuo logo. Call to action VISIBILE. Chi arriva sulla landing è un utente già interessato che ha cliccato sull’annuncio della tua campagna.

Invitalo allo step successivo, la conversione. Se la landing è lunga, ricordati di inserire la call to action anche nella parte inferiore.

Cosa scrivere

Usa frasi brevi e chiare, titoli d’effetto ed evita di usare troppi aggettivi o arzigogoli ridondanti. Parla direttamente all’utente, usa il TU o il VOI e coinvolgilo illustrando i vantaggi che avrà nel cliccare sul famoso “bottone”.

Fai attenzione ai muri di testo, la disposizione visiva è molto importante e deve guidare l’occhio dell’utente verso l’obiettivo. Utilizza anche dei box con icone grafiche e brevi descrizioni, sono molto utili per semplificare e rendere ancora più chiaro il messaggio.

Colori

Utilizza i colori del tuo brand, prediligi una combinazione di 2/3 tonalità e evidenzia le call to action con i colori di maggior impatto. A seconda del tipo di azione richiesta e del prodotto o servizio che vendi, il verde e il blu – e relative sfumature – sono i colori che associamo solitamente a qualcosa di affidabile e di riconoscibile.

Le tonalità del rosso e dell’arancione invece, sono di solito usate per attirare maggiormente l’attenzione. Hai presente le grafiche delle offerte speciali o dei saldi?

Collegamenti

Siamo abituati ormai. Mettiamo le icone – e relativi collegamenti al sito, ai social e al canale Youtube – un po’ dappertutto. Beh, nel caso della landing page, dimenticale per un attimo. Il tuo obiettivo non è far uscire l’utente, ma farlo cliccare sulla call to action.

Meglio inserirle nella pagina di feedback, quella in cui ringrazi l’utente per aver compilato il form o scaricato un file.

Mostra i tuoi successi

Prevedi una parte in cui inserire le testimonianze dei tuoi clienti, le recensioni o i loghi di chi ha scelto i tuoi servizi. Mostrare i brand che ti hanno scelto, aumenta la tua credibilità e la fiducia dei potenziali clienti.

Mantieni il rapporto

L’obiettivo è l’azione, giusto, ma non dimenticare che ora hai tra le mani un tesoro importantissimo: un database di contatti che puoi utilizzare per future campagne.

A seconda di quali informazioni hai richiesto, rimani in contatto con gli utenti tramite newsletter, SMS, WhatsApp o il caro vecchio telefono.

Scegli quella giusta

Creare landing page è una fase fondamentale di qualsiasi campagna di marketing. Non è detto che tu debba vendere un prodotto o un servizio per crearne una. Il suo scopo è quello di creare contatti, i famosi Lead.

Che tu voglia far scaricare un e-book, un video-corso o regalare una demo del tuo servizio, la landing page è uno strumento potentissimo.

Vuoi una consulenza per la tua attività? 👇

CONTATTACI

Come vendere su Facebook shop online
Come vendere su Facebook: guida in 5 punti

Come (e perché) vendere su Facebook

Perché vendere i tuoi prodotti sulla piattaforma più popolare del web su cui trascorriamo in media più di un’ora al giorno? 🤭

Cosa PUOI fare con Facebook Shop:

  • Raggiungere un pubblico molto più ampio
  • Visibilità su Facebook Marketplace
  • I tuoi clienti possono condividere i tuoi prodotti con gli amici
  • Aggiungere un numero illimitato di prodotti divisi in categorie e collezioni
  • Parlare con i clienti tramite WhatsApp Business o le chat di Facebook e Instagram
  • Monitorare le statistiche
  • È gratis

Che tu sia un’azienda di medie e piccole dimensioni o un libero professionista, che tu abbia un e-commerce oppure no, capirai che vendere su Facebook è un’opportunità ENORME. Allora vediamo come creare e gestire il tuo shop online e aumentare le famose conversioni.

1.Configura la tua pagina shop

Vai nella tua pagina aziendale e punta lo sguardo sulla sinistra. Nel menu clicca sulla voce shop e inizia la tua avventura di vendita sul social network più famoso al mondo. Aggiungi il tuo indirizzo, la tipologia di prodotti che vendi, le modalità di spedizione, la politica di restituzione e il contatto email per il servizio clienti.

Per vendere su Facebook, dovrai spedire il pacco entro 3 giorni lavorativi dalla ricezione dell’ordine e il cliente dovrà riceverlo non più di 10 giorni dopo. Dovrai ricorrere a servizi di spedizione che ti permettano il monitoraggio e la conferma della consegna. Inoltre, è possibile vendere solo nel proprio paese.

A questo punto dovrai configurare il metodo di pagamento – niente di complicato, promesso! 😉 – aggiungendo le informazioni di PayPal, del conto per i bonifici e così via, a seconda di ciò che preferisci.

2.Aggiungi e organizza i prodotti

E siamo già qui – è stato facile, no? – al momento più emozionante: aggiungere il primo prodotto al tuo shop online! Clicca sul pulsante e compila la scheda. Dovrai aggiungere il nome del prodotto, le caratteristiche, le immagini e il prezzo: insomma niente di diverso da un normale e-commerce, solo che Facebook è – ripetiamolo – GRATUITO!

Puoi anche organizzare i tuoi prodotti in categorie e in collezioni, a seconda delle tue esigenze.

Ricordati di inserire il numero di prodotti disponibili, di condividerlo sulla tua pagina e di impostare la visibilità su “pubblico”.

3.Occhio alle immagini

L’occhio vuole la sua parte, soprattutto quando l’obiettivo è ottenere una vendita. Usa immagini dove il prodotto sia ben visibile e illuminato, evita scritte, loghi e prediligi uno sfondo bianco. Il formato da utilizzare è quello quadrato con una risoluzione di almeno 1024×1024.

Guarda questo 👇

4.Scrivi testi chiari

Non stai scrivendo una newsletter, sii più chiaro e sintetico possibile! Quando un utente arriva sulla pagina prodotto, non cerca arzigogoli e frasi strappalacrime, ma nome, caratteristiche e disponibilità del prodotto. Vuoi qualche consiglio per scrivere bene? Leggi “Copywriting efficace“.

Elenca tutto ciò che può servire all’utente per comprare il prodotto, cerca di sopperire al fatto che non può vederlo fisicamente, descrivi ogni dettaglio e i punti di forza che lo rendono unico e degno di una reazione così 😍👇

5.Tagga, condividi e vendi!

Una volta che il tuo shop è allestito è ora di fare pubblicità! Stila un piano editoriale e sfrutta tutta la potenza dei social media per aumentare i tuoi clienti. Una volta decisi strategia e contenuti, fai un promemoria, mettiti una sveglia, appiccica post-it ovunque, ma non dimenticare: TAGGA sempre i tuoi prodotti nei post!

Basta cliccare sulla foto che hai pubblicato e aggiungere il TAG, è facile come taggare gli amici e ti permette di creare un collegamento diretto tra l’utente e il prodotto. Chi vede il tuo post e vuole comprare il tuo prodotto non dovrà più aprire una scheda sul browser, cercare il tuo negozio e quel determinato prodotto. Basterà un clic sul tag e procedere direttamente all’acquisto.

 

Vuoi una consulenza per la tua attività? 👇

CONTATTACI

Cercare personale online: Facebook e LinkedIn

Best practice per cercare personale online

Oggi facciamo sempre più cose sul web e cercare personale online è ormai diventata una prassi molto comune. Ma stai sfruttando tutte le potenzialità del web per trovare il candidato ideale?

Abbiamo pensato di stilare una breve guida per aiutarti a scrivere un annuncio di lavoro efficace e attirare persone qualificate per la tua attività. Quindi siediti comodo e scopriamo insieme come sfruttare al meglio Facebook e LinkedIn.

Facebook è il social più utilizzato e sempre più persone si affidano alla sezione job search del social di Mark Zuckerberg. La prima cosa da fare è sicuramente avere una pagina aziendale aggiornata e curata nei contenuti, che dia un’immagine positiva della tua attività. Il prossimo passo è quello cruciale: pubblicare un’offerta di lavoro.

Una volta postata, sarà visibile sia sulla tua pagina come aggiornamento e nella scheda “offerte di lavoro“, sia tra le offerte di lavoro nella sezione dedicata di Facebook.

Sembra banale, ma definire bene il profilo ricercato e descrivere nei dettagli la posizione lavorativa è molto importante per individuare i candidati giusti. Elenca le caratteristiche richieste e le conoscenze professionali necessarie per la posizione ricercata e metti in evidenza l’indirizzo mail e il numero di telefono a cui contattarti e mandarti il curriculum. Inserisci più informazioni possibili, in modo da evitare candidature non compatibili con la posizione ricercata.

Scegli con cura anche l’immagine in evidenza. Una persona sorridente sul posto di lavoro rende l’idea di un’azienda piacevole in cui lavorare.

Un altro modo per cercare personale su Facebook è quello di pubblicare l’offerta sui vari gruppi dedicati alla ricerca di lavoro. Fai un veloce check, scrivi il nome della tua città e della provincia di riferimento e valuta su quali gruppi pubblicare l’annuncio. Solitamente sono gruppi come “cerco/offro lavoro Rimini” o “offerte lavoro Rimini e provincia“.

Se Facebook non ha prodotto risultati soddisfacenti o semplicemente vuoi provare il più grande network professionale online, LinkedIn fa al caso tuo.

Non temere, le best practice sono simili a quelle di Facebook.

Accedi alla tua pagina aziendale e inserisci il tuo annuncio. Scegli un’immagine rappresentativa e fai attenzione alle parole chiave in modo che sia più facile per i candidati trovare la tua offerta di lavoro.

Il vantaggio di LinkedIn, oltre a quello di essere il più grande network professionale, risiede nella possibilità di fare ricerca attiva. Mentre su Facebook pubblichiamo un annuncio – o scriviamo sui gruppi – e attendiamo che ci arrivino curriculum, su LinkedIn ci si può rimboccare le maniche e cercare i profili di potenziali candidati.

Digita le parole chiave che descrivono i profili ricercati e inizia ad analizzare. Se trovi un profilo interessante, puoi contattare il candidato direttamente tramite i messaggi di LinkedIn.

Altro asso nella manica – se proprio sei in alto mare e cerchi personale con urgenza – è quello di sponsorizzare gli annunci di lavoro. In questo modo raggiungerai un pubblico più ampio in poco tempo e avrai più possibilità di trovare la persona giusta nel giro di pochi giorni.

Quale sia la strategia migliore, dipende sempre dal tipo di attività che hai e dal profilo professionale ricercato. In ogni caso, Facebook e LinkedIn sono ottimi strumenti per cercare personale online – e anche per verificare la veridicità del curriculum. 😉

Vuoi una consulenza per la tua attività? 👇

CONTATTACI

5 strumenti di web marketing che DEVI avere

Web marketing per tutti

Partiamo da un presupposto. Se hai un’attività di qualsiasi tipo, non puoi SCAPPARE dal web marketing. Lui ti inseguirà, ti troverà e dovrai arrenderti alle sue leggi. Tranquill*, siamo ancora lontani dal momento in cui i robot si solleveranno contro il genere umano, ma concorderai sul fatto che sempre più persone comprano, si informano e ordinano online. Essere presenti sui social e sul web in generale è quindi indispensabile. A meno che tu non voglia vivere come in Into the Wild.

Per questo abbiamo stilato una breve lista con alcuni strumenti di web marketing che DEVI avere assolutamente per promuovere la tua attività. Vediamoli insieme 👇

1. Google Analytics

Si può creare una strategia efficace senza analizzare i dati? La risposta è NO, ovviamente. Certo, non è una novità, ma scegliere i giusti strumenti con cui fare analisi è molto importante. Google offre uno strumento fatto benissimo e totalmente gratuito.

Basta collegare il tuo sito web e gli strumenti di web marketing che stai utilizzando e controllare cosa fanno i tuoi clienti. Google Analytics non è semplicissimo, ma con un po’ di pratica e i corsi gratuiti del Big G, si possono fare miracoli.

Su Analytics puoi vedere tantissime cose. Dalle pagine più visitate, a chi è uscito dopo pochi secondi perché non ha trovato ciò che cercava, agli acquisti, fino al flusso di comportamento degli utenti, da quando sono atterrati sul tuo sito fino a quando hanno terminato la sessione.

Puoi scegliere un periodo preciso, comparare i dati e creare report automatici semplici e intuitivi.

2. Social e Business Manager

Sì, capiamo, a volte vorresti staccare la spina, ma senza i social media perderesti una grossa fetta di pubblico, a volte il più importante.

Pubblicare contenuti originali e curati, rispondere ai commenti e alle domande degli utenti aumenta la visibilità del tuo marchio e migliora la reputazione della tua attività. Inoltre, potresti intercettare una parte di pubblico non raggiungibile con i canali tradizionali.

Facebook e Instagram sono i più importanti, ma si aggiungono anche Pinterest e LinkedIn. Nota bene: essere presente su tutti i social a volte è controproducente. Scegli i canali più giusti per la tua attività e soprattutto, fai pubblicità! Se non sai che cos’è Business Manager, è ora di scoprire come funziona.

L’algoritmo dei social, e di Facebook in particolare, penalizza moltissimo i contenuti organici, ovvero non sponsorizzati. Quindi è molto importante saper creare una campagna o sponsorizzare un singolo post. Tranquillo, non servono grossi budget. Se sei curioso, leggi anche “quanto costa una campagna Facebook“.

3. Blog

A seconda dell’attività che hai, curare un blog può essere molto importante per creare contenuti originali da condividere sui social media. Stila un calendario editoriale e dai sfogo alla tua parte creativa con testi, foto, gif e video.

Coinvolgere gli utenti, farli ridere o emozionare è molto importante e funziona di più del contenuto freddo con cui si presenta un prodotto. Se hai bisogno di qualche consiglio 👉 “Copywriting efficace

4. Whatsapp Business

Un’altra cosa che devi avere è sicuramente Whatsapp Business. Scaricabile dagli store, gratis e facilissimo come la chat che usiamo tutti i giorni, è perfetta per creare una comunicazione più immediata con i clienti.  Scopri di più 👉 “Whatsapp Business“.

5. MailUp e Mailchimp

Indispensabili sono anche le newsletter, con cui puoi promuovere sconti, offerte dedicate e mandare promemoria agli utenti che hanno visitato il tuo sito o lasciato un prodotto nel carrello. Con le app di messaggistica, le email sembrano uno strumento superato, ma fidati, è assolutamente il contrario. L’email marketing, se gestito nella maniera corretta, genera infatti molte più conversioni rispetto ad altri strumenti. Non ci credi? Leggi qui 👉 “Email marketing che funziona“.

MailUp e Mailchimp sono due ottimi strumenti per creare e inviare newsletter. Intuitivi e ricchi di funzionalità, puoi impostare anche degli invii automatici ogni volta che i tuoi iscritti compiono un’azione sul tuo sito o su una campagna social.

Fai una checklist, quali di questi strumenti di web marketing utilizzi e quali sono i migliori per la tua attività.

Vuoi superare i tuoi competitor? Allora spara i tuoi contenuti e stendili tutti! 🤭

Vuoi una consulenza per la tua attività? 👇

CONTATTACI